Le miscele di oli essenziali

Le buone miscele di oli essenziali per la nostra casa

Dal libro…

la casa che vorrei | lavocedelcarro.it

Questo breve articolo è estratto dal libro : La casa che vorrei Feng shui, campane tibetane, oli essenziali e armonia interiore.

 

La nostra casa

Come le nostre case sono formate dall’insieme dalle singole stanze, così anche un profumo è il frutto della miscela con le qualità di ogni specifico olio essenziale. E allora possiamo utilizzare una singola essenza per ogni stanza. Ecco un esempio per la camera da letto che è il luogo del sonno, del riposo e dell’amore. La rosa apre il cuore e purifica i sentimenti. Il neroli rafforza la nostra aura, ci protegge e favorisce il sonno piacevole. Il sandalo è sensuale e riscaldante, le scuole tantriche lo usano per trasformare l’energia sessuale. L’ylang-ylang è euforizzante, calmante e equilibrante. Possiamo anche creare delle miscele originali per il nostro profumo, sapendo che per ottenere una miscela armoniosa è buona norma usare un mix in cui siano presenti tutte e tre le note aromatiche.

Le tre note

Se scegliamo di creare una miscela le linee guida consigliate per le percentuali indicano un 50% per le note di cuore, un 30% per quelle di testa e il rimanente 20% per le note di base. Ricordiamoci che la creazione di un profumo è un’arte, che in quel momento siamo i compositori di una sinfonia profumata ricca di mille sfumature, e che ognuno di noi può cercare di offrire un sottile contributo portando equilibrio e armonia in una forma raffinata e preziosa.

L’ambiente

Nel testo dato priorità alla diffusione vibrazionale negli ambienti tramite le campane tibetane. Come abbiamo detto le gocce di o.e. si verseranno direttamente nell’acqua. Se usiamo un classico diffusore con la candela o uno di quelli più recenti a ultrasuoni il rapporto tra quantità di gocce al metro quadro per ogni stanza è di 1 a 1, quindi per una stanza di 4 x 4 metri quadri useremo ca. 16 gocce, diminuendo le dosi nelle stanze dei bambini.

Dopo le miscele i tempi

Per i tempi di diffusione è consigliato non superare i 15/30 minuti per volta a intervalli di circa due ore. Volendo usare gli oli essenziali per i massaggi la nostra miscela andrà veicolata da un olio vettore; se non si hanno delle specifiche conoscenze l’olio di mandorle dolci è il più indicato con un rapporto del 2% di oli essenziali e del rimanente 98% di olio vettore. Nel testo è anche proposto un massaggio mirato per aprire i nostri sottili canali sensoriali. Nei vari paragrafi sono descritti alcuni tradizionali abbinamenti.

Le note musicali

Come per le note musicali, ognuno di noi ha una propria individualità e gusti personali che andranno sempre rispettati. In aromaterapia è di fondamentale importanza considerare la storia personale, perché i profumi hanno una specifica relazione con la sfera della memoria. In tutte le tradizioni sono state usate le peculiari qualità del profumo, nella medicina cinese gli oli essenziali sono associati al Jing, le risorse vitali che la vita ci ha assegnato, e anche in questo contesto viene considerata la qualità vibrazionale che può entrare in risonanza con uno specifico aspetto dell’essenza dell’individuo.