La via della gioia: attivazione sensibilità psichica, ricerca dei talenti personali e campane tibetane

la via della gioia | la vocedelcarro.it

La via della gioia

 

Conoscere le leggi che regolano il rapporto tra uomo e cosmo, per poi applicarle nella quotidianità del vivere, realizza la vera comprensione necessaria in ogni istante all’essere umano, nell’esperienza con se stesso e con gli altri.

Accettare la gioia e viverla vuol dire evolversi.

Baba Pyare Lal Bedi

La nostra idea

L’idea di integrare il suono e le vibrazioni è nato da un incontro con Mauro Pedone, parlando di talenti. Baba Bedi, un grande ricercatore indiano che ha basato la sua vita sulla ricerca filosofica in maniera scientifica per spiegare l’evoluzione del cosmo, ha sempre parlato di talenti o capacità. La sua visione filosofica è quella della totale evoluzione dell’essere umano verso una perfezione assoluta da compiersi attraverso il benessere e la gioia. Per far questo ogni essere umano deve vivere le proprie capacità, capacità spesso assopite.

L’evoluzione

L’evoluzione secondo BEDI, è un processo in movimento continuo senza possibilità di regressione che ha lo scopo di arrivare alla PERFEZIONE ASSOLUTA. La prima forza che ha mosso il processo evolutivo è la Forza Vitale. Ma quando l’evoluzione è giunta all’essere umano, un’altra entità si è aggiunta: LA LUCE DIVINA.

L’era Acquariana

Nella Luce Divina ci sono tre organi, intuito, coscienza etica e sensibilità psichica. BEDI afferma che dal 1975, con l’avvento dell’era Acquariana, la sensibilità psichica va verso il completamento. Ed è per questo che è importante attivarla nel maggior numero di persone. Andando l’evoluzione verso la perfezione, è necessario che gli esseri umani vivano con gioia le loro capacità o talenti, che spesso sono assopiti e che attraverso la sensibilità psichica possono essere ridestati.

La sensibilità psichica

La sensibiltà psichica è l’antenna che ci collega al mondo cosmico e che ci permette di illuminare proprio i nostri talenti. Quando abbiamo iniziato a parlare Mauro ed io, ci siamo accorti subito delle sinergie tra suoni e vibrazioni delle campane e le teorie vibrazionali di Bedi. Abbiamo quindi pensato di integrare il percorso di attivazione della sensibiltà psichica e ricerca dei talenti assopiti, con il processo di purificazione tramite il massaggio sonoro, per accelerare e facilitare il percorso stesso.

L’esperienza

Ho potuto constatare come effettivamente sia stato più semplice, per me operatrice e per il cliente, arrivare alle percezioni della sensibilità. E questo permette di vivere il processo di purificazione e di attivazione in maniera più intensa e rapida. Tra il mondo delle campane ed la visione filosofica di Baba Bedi, ci sono moltissimi aspetti sinergici. In entrambe si parla dell’influenza planetaria, dell’importanza del suono e dei colori, di vibrazione e di energia. E proprio in questa visione di integrazione di questi due mondi , che la nostra ricerca sta evolvendosi.

Il suono delle campane

Un esempio su tutti. L’altro giorno stavo esercitandomi con le mie meravigliose campane, quando suonandole ho notato un movimento orizzontale di onde vibrazionali usando il batacchio ed un movimento verso l’alto usando il battente. Ora Bedi spiega che l’evoluzione si basa proprio su questi due movimenti. Quello orizzontale si propaga fino a quando quel piano evolutivo non è completo, per poi fare un salto verso l’alto. Che meraviglia proprio quello che avevo sentito con il suono delle campane.

Nel seminario

Nel nostro seminario Mauro ed io integreremo le due visioni, daremo una spiegazione di evoluzione secondo Baba Bedi, della struttura animica e struttura vibrazionale, parleremo di talenti antichi e talenti nuovi, di colori, di simbologia oggettiva e faremo un prima attivazione della sensibilità psichica e una esperienza di canto psichico. Creando un percorso integrato tra campane e tecniche vibrazionali, lasciando aperto ogni spazio all’esperienza ed alla condivisione, cercheremo di percorrere la via della gioia tanto cara a BABA Bedi.