Oli essenziali & chakra

olio essenziale | lavocedelcarro.it
By: Luca Boldrini

Gli oli essenziali e il sistema dei chakra, ecco alcune possibili applicazioni

Gli oli essenziali

Sono sostanze complesse che rispecchiano la personalità della pianta nel suo insieme e la rendono odorosa. Il profumo è la voce attraverso la quale la pianta dialoga con l’esterno. Attira o allontana gli insetti dosando l’intensità del suo aroma, per favorire l’impollinazione o per allontanare i parassiti. Le essenze hanno forti proprietà antibiotiche e proteggono la pianta dalle infezioni, sono i prodotti del suo metabolismo e si trovano immagazzinate in speciali cellule che sono situate in diverse parti della pianta.

Oli essenziali e chakra

Vi sono alcuni specifici oli essenziali che sono particolarmente indicati per il lavoro con i chakra:

  • Gelsomino: quando il suo profumo ci appare di notte è misterioso e irresistibile. Il suo olio ci dimostra più di ogni altro l’unione degli opposti. Ha un forte richiamo afrodisiaco e spirituale, riscalda il chakra del cuore, aiuta il collegamento tra il centro sacrale e la corona, come la rosa richiama la dimensione angelica.

  • Lavanda: questo prezioso olio, con la sua specifica capacità di fare pulizia, lavare, toglie le impurità e armonizza l’intero organismo, distendendo e tonificando tutti i chakra. Dona il senso della misura, neutralizzando gli estremi in eccesso.
  • Rosa: il suo olio essenziale risuona più di ogni altro con il centro dell’amore, intensifica l’energia del cuore. È anche affine al secondo centro energetico, quello della creatività, e al settimo, alla corona con le sue mille vibrazioni sottili.

  • Sandalo: è utile per la sua funzione di facilitare il collegamento tra i chakra, è affine al secondo chakra che governa l’energia sessuale e al centro della corona, unisce la sfera terrena alle istanze più sottili. Ha una vibrazione lenta e profonda, infonde calore e gioia.

  • Vetiver: è una preziosa pianta di origine indiana, dalle sue radici si estrae un olio che ha un forte valore di radicamento, è collegato al primo chakra, ed è utilissimo per equi- librare l’intero sistema. Il suo aroma ha effetti rilassanti e antidepressivi. Si unisce particolarmente bene alle essenze di lavanda, rosa e sandalo.

Per approfondimenti