L’armonia tra il suono e il silenzio

 armonia | lavocedelcarro.it

La ricerca dell’armonia tra il suonare e l’ascoltare i momenti del silenzio

 

Quanto suonare, e quanto far risolvere il suono nel silenzio?

In un massaggio con le campane ricerchiamo l’armonia, la gradazione tra il suono e il silenzio. Quando attiviamo il suono di una campana lo ascoltiamo nella sua espansione e nel suo lento ritornare verso il silenzio. Quando usiamo più campane, aumenta la complessità, una campana vibra, e le sue onde si incontrano con le vibrazioni di differenti tonalità: è una piccola composizione. Impariamo ad ascoltare lo spazio tra il suono e il silenzio con attenzione, per la ricerca della pace, per la ricerca della nostra armonia.

L’armonia tra il suono e il silenzio

Ascoltiamo le sonorità delle nostre campane tibetane, la loro armonia e il silenzio che si genera dopo il suono, si può dilatare lo spazio della nostra percezione. In questa ricerca di armonia, possiamo fare tesoro delle parole dei saggi, abbiamo riportato alcune perle di conoscenza dalla tradizione, cercando di farle rivivere nel presente.

Un pensiero di Jiddu Krisnamurti

Ascoltate e mantenete lo spazio tra l’osservatore e la cosa osservata. Se mantenete completamente vuoto questo spazio, non c’è osservatore né cosa osservata; c’è soltanto movimento.

Un pensiero di Thich Nhat Hanh

La nostra condizione interiore si manifesterà nel suono, ricordiamoci queste parole:

E’ importante che la persona che invita la campana al suono rassereni prima di tutto se stessa.

Non ci sono regole fisse da utilizzare in maniera standard, ci sono dei principi da applicare con attenzione.

Un pensiero di Hazrat Inayat Khan

La vita sulla superficie sembra essere la vera vita, perché è in essa che ogni gioia viene provata. Nella vita silenziosa non vi è gioia ma solo pace. L’essenza originale dell’anima è la pace e la gioia è la sua natura ed entrambi agiscono l’una contro l’altra.

Buona pratica!