Il suono e la forma del corpo

La Voce del Carro Curve del rachide

Le relazioni tra il suono, le vibrazioni e la struttura del corpo

 

Alfred Tomatis:

Il corpo diventa una sorta di strumento, comincia a vibrare grazie alla laringe che si appoggia alla colonna cervicale. È questa che canta e che mette il corpo in risonanza. Il vero suono scaturisce da tutto il corpo e non solo dalla bocca.

Il corpo

È possibile modificare la struttura del corpo di un individuo migliorandone la voce e procurandogli, come reazione, una diversa percezione uditiva del mondo che lo circonda.

Tomatis ci ricorda che la buona forma-postura nella sua globalità è fondamentale per essere armoniosamente risonanti. Ascoltiamo con tutto il corpo! Le vibrazioni delle campane tibetane, si diffondono attraverso la nostra struttura muscolo-scheletrica. Il suono può sciogliere le tensioni, può ridare voce alle risonanze più naturali. Individuare e sciogliere le tensioni in eccesso è il tema centrale del seminario: L’Analisi Posturale e la scelta del protocollo.

La postura

Sappiamo che circa il 90% delle persone ha degli squilibri posturali da dei semplici atteggiamenti a vere e proprie posture scorrette strutturate. In ogni caso poco funzionali per la ricerca della migliore relazione tra la terra e cielo. In particolare nel seminario cercheremo di rendere più elastica l’intera struttura del diaframma, ricercando una corretta respirazione. Individueremo le più classiche strutture posturali, conoscendole potremo comprenderne i meccanismi d’azione per liberarle dai carichi-tensioni muscolari in eccesso.

I seminari tematici

Impareremo a valutare le naturali forme fisiologiche delle curve della colonna vertebrale, la nostra antenna, che gioca un ruolo fondamentale nella relazione con il mondo delle vibrazioni. il sistema connettivo nel suo insieme è considerato il più grande organo sensoriale del nostro corpo, e ha le caratteristiche e i comportamenti di un sistema a cristalli liquidi, con la proprietà di essere un semiconduttore che porta informazioni ad alta velocità da un punto all’altro del corpo. Da un punto di vista meccanico inoltre serve per distribuire in modo più efficace possibile le tensioni generate dal movimento e dalla forza di gravità, mantenendo contemporaneamente le giuste relazioni tra le diverse componenti del corpo. Una buona postura ci aiuta a essere costantemente presenti e consapevoli del nostro insieme,
per essere ben accordati e in forma come ogni buon strumento musicale.