I massaggi con gli oli essenziali

aromaterapia | lavocedelcarro.itI massaggi con gli oli essenziali integrati con le vibrazioni delle campane tibetane creano dei momenti speciali.

Per un’intensa e delicata rigenerazione sensoriale

Gli oli essenziali sono sostanze complesse che rispecchiano la personalità della pianta e la rendono odorosa. Il profumo è la voce della pianta, è attraverso di esso che dialoga con l’esterno. Attira o allontana gli insetti dosando l’intensità del suo aroma, per favorire l’impollinazione o per allontanare i parassiti. Nei nostri massaggi con gli oli essenziali li utilizziamo veicolati dagli oli vettori più indicati. L’integrazione con le sonorità delle campane tibetane favorisce una gradevole rigenerazione sensoriale.

Un massaggio con gli oli essenziali per i chakra

Si possono usare diversi oli essenziali, facciamo l’esempio di quello ricavato dal legno di sandalo. In India nelle pratiche yoga è messo in relazione con il chakra del sacro e della corona per risvegliare l’energia della kundalini. Versiamo una o due gocce di sandalo nell’olio vettore scelto e prepariamo la miscela per massaggiare la schiena. Iniziamo sciogliendo la zona del sacro per poi andare verso l’alto, stimolando i muscoli paravertebrali con un movimento veloce e profondo. Arrivati a C7, l’ultima vertebra cervicale, le due mani si apriranno a ventaglio, scendendo lungo i due fianchi per riunirsi nella zona del sacro. Dopo questa prima fase, da ripetere tre-quattro volte, poggiamo la nostra campana, di media grandezza, nella zona del sacro e iniziamo a farla vibrare, ricordiamoci che il tessuto osseo della colonna vertebrale è un ottimo conduttore vibrazionale. Utilizziamo con attenzione e rispetto questa essenza, è considerata sacra nella cultura orientale.

Approfondimenti

Per approfondire questa affascinante tipo di massaggio è possibile consultare i nostri testi: